statistiche per siti Santa Maria di Sala - Blog del frantoio e oleificio Gentili
Please enable JS

SANTA MARIA DI SALA

Santa Maria di Sala

Il complesso di Santa Maria di Sala è di certo uno dei luoghi più suggestivi del territorio che ci ospita. Prima meta del nostro viaggio virtuale alla scoperta di Farnese, nonché del “tour dell’olio” che stiamo organizzando per Voi.

Situata su una collina che prende il nome dal castello ora scomparso “Castello di Sala”. Costruita nel XII secolo per ospitare una comunità di religiosi, forse eremiti.

La Chiesa è a pianta rettangolare con una sola navata. Sopra l’altare erano posti tre affreschi, un quarto, la Madonna con Bambino e san Sebastiano, era posto lungo la parete destra della navata. Tali opere sono state restaurate nel 1979 e sono ora conservate nel palazzo comunale di Farnese.

La chiesa sorge a pochi chilometri dal centro del paese, sulle sponde del fiume Olpeta, ai margini della Selva del Lamone. Tale ubicazione non è affatto casuale.  Prima della costruzione della chiesa si svolgevano qui funzioni religiose legate al culto della acque, poi riprese in epoca medievale e rinascimentale, associate al culto della Madonna.

Gli abitanti di Farnese, fino a mezzo secolo fa, si recavano in processione per pregare la Madonna di Santa Maria di Sala affinchè piovesse.

Questo luogo quasi incantato ha purtroppo subito negli ultimi decenni un vero decadimento. Il tetto è crollato e la vegetazione si è impadronita di tutti gli spazi interni. Solo nel 2015 si è proceduto ad un totale recupero e restauro di questa suggestiva chiesa immersa nella natura.

22-06-2016